Modifiche alla disciplina per l’accesso ai corsi universitari

“Nonostante l’articolo 34 della nostra Costituzione garantisca ad ogni cittadino il diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi, la legge italiana prevede alcune limitazioni al libero accesso al sistema universitario, programmando, per alcuni corsi di laurea, il numero dei posti disponibili. Questa disposizione, che nasceva dall’esigenza di ridurre il rischio di disoccupazione per i giovani laureati, è stata trasformata dai vari Governi in uno strumento utile a ridurre progressivamente gli investimenti nel mondo dell’università e della ricerca. Con questa Proposta di legge intendiamo modificare radicalmente l’attuale sistema del “numero chiuso” in Italia, considerando nuovi criteri per la determinazione annuale dei posti disponibili e prevedendo nuove modalità per l’accesso degli studenti ai corsi di laurea. Attraverso l’introduzione nel nostro ordinamento del “modello francese” per l’accesso ai corsi a numero programmato e, soprattutto, del diritto dello studente a proseguire gli studi specialistici di area medica, intendiamo garantire che, nonostante la presenza di alcune limitazioni al libero accesso alla formazione universitaria, agli studenti meritevoli venga comunque data la possibilità di raggiungere i gradi più alti degli studi, così come sancito dalla nostra Costituzione.
Francesco D’Uva, M5S Camera

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...