Conti pubblici: il Governo vende l’anima al diavolo Maastricht

Numeri taroccati dall’Istat per l’Europa, strampalate manovrine di correzione, un nascente Ufficio parlamentare di bilancio che sorveglierà il Parlamento ma che sarà pagato dalle stesse Camere ben 6 milioni di euro l’anno. Cosa non si fa per poter vendere l’anima a quel diavolo che abita tra Maastricht e Bruxelles.

 

Il governo sbandiera il trattamento di favore riservato agli enti locali nella legge di stabilità. Ma intanto nel dl ‘manovrina’ c’è un ulteriore giro di vite al patto di stabilità interno per 450 milioni, c’è la spoliazione di alcuni fondi di forte impatto sociale e c’è un meccanismo di dismissione immobiliare alquanto discutibile.

 

Su quest’ultimo punto siamo di fronte a un autentico bluff. Lo Stato dovrebbe vendere immobili alla Cassa depositi e prestiti per oltre 500 milioni, ma nell’articolato del decreto non se ne fa menzione e non è chiaro il meccanismo di dismissione che verrà utilizzato. La cosa più scandalosa è che il governo ci ha poi detto (a voce) che in pratica la Cdp darà allo Stato un’anticipazione di cassa. E’ come se fosse un prestito fatto allo Stato con i risparmi postali, il salvadanaio degli italiani, che ha per garanzia degli immobili (poi da acquisire) che sono anch’essi degli italiani.

Inoltre non possiamo accettare lo scandalo dell’ulteriore proroga dal 15 ottobre al 4 novembre per il condono sulle concessionarie delle slot machine che hanno evaso le tasse. Il governo ha capito che il piatto piange e fa di tutto per raggranellare qualche soldo nella speranza di evitare l’adozione delle clausole di salvaguardia, ieri sinistramente evocate anche da Olli Rehn.

Questo governo, come i precedenti, sta avvicinando la testa dell’Italia al cappio penzolante degli accordi di compliance finanziaria imposti dalla Ue senza nessuna procedura democratica. Voler centrare a tutti i costi il 3% nel rapporto deficit-Pil significa perseverare in un errore che la crisi europea degli ultimi tre anni ha reso palese. Ma arrampicarsi sugli specchi e truccare le carte per raggiungere questo obiettivo è addirittura penoso.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...