Al via la staffetta M5S in Consiglio Comunale

Come sempre accade nelle Amministrazioni Comunali presenziate dal MoVimento Cinque Stelle, seppur in minoranza, anche a Senorbì si assiste ad una buona pratica politica che mette sotto l’occhio attento tutte le forze coesistenti nel Consiglio Comunale e che produce e realizza progetti concreti volti alla crescita ed alla valorizzazione del territorio.

E’ consuetudine inoltre lasciare spazio istituzionale a tutti, o comunque chi vuole fare la sua parte, gli appartenenti del gruppo politico presentatosi alle scorse elezioni comunali del Maggio 2013. Così come a Sennori, a Verona, a Ravenna, e tante altre città dove è presente il MoVimento Cinque Stelle, anche a Senorbì si assiste alla staffetta dei consiglieri M5S che consiste nella sostituzione in un dato periodo di tempo (che di fatto è relativo) il quale ogni diretto interessato impiega secondo le proprie disponibilità e condizioni.

comizio

E’ il turno del primo candidato più votato dopo la carica di candidato portavoce Sindaco, Michele Schirru, che lascia la carica con appagamento e soddisfazione al Geom. Serafino Pasci. “Sono molto soddisfatto e appagato dal lavoro che abbiamo svolto. A partire dalla campagna elettorale sino all’ingresso in Consiglio. Non è da poco per una forza giovane e fresca come lo era la nostra. Certo ci si aspettava qualcosa di più in termini di risultati, per esempio nel settore delle rinnovabili, la riqualificazione energetica, o ancora l’acqua pubblica”, dichiara Schirru, “ma la realtà è che purtroppo siamo all’opposizione, ed inoltre, politiche talvolta molto differenti dalle nostre hanno rimarcato la linea di confine, per cui risulta evidentemente arduo convincere su determinate tematiche come quelle a noi care. Comunque, sono convinto di aver dato il massimo per realizzare qualcosa di concreto per la cittadinanza e perciò, confido nella prosecuzione delle attività con Serafino e di chi ci sarà dopo di lui.”

Insomma, comincia ora un nuovo percorso pentastellato con il futuro consigliere Serafino Pasci, un tecnico che nella sua attività consiliare sarà probabilmente molto legato alle questioni legate all’edilizia pubblica e privata, con particolare riferimento al piano particolareggiato. Pare proprio che si accenderà qualche riflettore su determinati aspetti che ancora oggi sono relativamente avvolti nel buio.

Qui di seguito si riporta la lettera presentata da Schirru all’ufficio protocollo recante le proprie dimissioni.

“Con questa missiva intendo comunicarVi le mie dimissioni dalla carica di Consigliere Comunale che diverranno effettive all’atto stesso della protocollazione presso l’ufficio preposto.

Come previsto dalle norme consuetudinarie del nostro gruppo politico lascio spazio ai miei colleghi di lista che nella primavera scorsa hanno reso possibile il nostro ingresso come MoVimento Cinque Stelle all’interno della massima istituzione senorbiese.

E’ stato per noi, il percorso delle elezioni comunali, una fonte di arricchimento personale e politico, e riteniamo sia giusto che tutti coloro che hanno partecipato al progetto possano fare, se lo vogliono, la cosiddetta esperienza all’interno delle istituzioni, senza porre limiti ne temporali nè di qualsiasi sorta, soprattutto in funzione degli anni futuri di legislatura.

D’altronde, lo spirito che ci ha sempre mosso e guidato sino al risultato ottenuto era quello del gruppo e della condivisione, della democrazia dal basso. Personalmente non ho mai pensato di voler intraprendere un percorso di politica legata alla carriera o all’interesse personale e mai lo hanno pensato gli altri compagni di viaggio che infatti, come succitato e come è prassi fare nel MoVimento Cinque Stelle, nel corso della legislatura e ad intervalli stabiliti dal singolo consigliere, mi succederanno in ordine di consensi ricevuti in occasione delle suddette elezioni comunali.

Posso affermare di essere orgoglioso di aver ricoperto questa carica in questi mesi e di essermi impegnato, nei limiti delle mie possibilità, nel dare voce a tutte quelle espressioni di democrazia, di aver inoltre collaborato e dato il mio contributo a questa importante assemblea da Voi presieduta.

Certo che chi mi sostituirà sarà assolutamente all’altezza del ruolo, Vi porgo un caloroso saluto e auguro un fruttuoso lavoro.

Con osservanza”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...