Consiglio Comunale di insediamento – Senorbì, 8 Giugno 2013

Video del Consiglio Comunale

Versione MOBILE

Lo scorso Sabato 8 Giugno, presso la Piazza Italia a Senorbì si è insediato il nuovo Consiglio Comunale. La giunta Sanna è alla sua terza legislatura (?) e apre le porte ad un quinquennio che sarà a nostro avviso storico (?). Ovviamente non pensiamo sia storico perchè al potere c’è nuovamente Adalberto Sanna, bensì perchè finalmente all’interno delle Istituzioni locali c’è il MoVimento Cinque Stelle.

Siamo appagati dal lavoro svolto e da quello che è stato il risultato conseguito. Certamente, come detto altre volte, si poteva fare di meglio, ma riteniamo che effettivamente per una squadra di “novizi” si sia riusciti a fare davvero il meglio.

Gli obiettivi che ci siamo posti sono molteplici; primo fra tutti è la realizzazione del nostro Programma Elettorale. Come detto nel discorso di insediamento, sembra verosimilmente facile pensare di realizzare buona parte di esso, in quanto concretamente c’è una ampia e consistente fetta di punti programmatici condivisi da tutti gli schieramenti.

Cito a titolo di esempio: trasmissione in diretta via internet dei consigli comunali, energie rinnovabili, sede della musica, asilo comunale, rifacimento strade campestri,  nuovo sito internet del comune, mercato zonale di prodotti artigianali ed agricoli, illuminazione pubblica led, supporto alle associazioni, ecocentro comunale, aree in free wi-fi, Teatro comunale.

Sarebbe molto bello vedere un Consiglio Comunale più attento alle problematiche del cittadino e senz’altro più aperto al dialogo, anche tra gli stessi componenti. Con ieri, mi auguro si sia concluso un periodo pieno di veleni e di diatribe di sapore vendicativo, iniziato parecchio tempo prima della due giorni di voto. Come lo stesso Sanna ha avuto modo di dire nel suo discorso di insediamento, abbiamo perfino avuto “stranieri” che da qualche anno hanno provato a mettere il naso all’interno del nostro paese.

Tutto ciò dispiace, ma nella più totale onestà auspico che si possa mettere una bella pietra sopra tutte queste illazioni viste e sentite, che si possa dimenticare velocemente quello che di brutto c’è stato e che si possa quindi mettere in moto una macchina amministrativa con motore grintoso, efficiente, scattante e silenzioso. Noi siamo sempre rimasti totalmente fuori da queste logiche e ne andiamo fieri.

Cosa vogliamo fare da oggi? Da parte nostra, c’è la assoluta volontà di appoggiare in qualsiasi maniera le idee buone e positive a prescindere da chi siano generate. Si presume quindi, che queste idee derivino per la stragrande maggioranza dalle promesse elettorali riportate nero su bianco nei programmi presentati nei mesi scorsi.

Noi faremo senz’altro questo. Il nostro Programma Elettorale 2013-2018, sarà la linea guida da seguire e ci batteremo ardentemente affinchè la maggior parte dei punti inseriti in esso siano portati a compimento, a costo di non detenerne la paternità.

Di fatto quindi, ci saranno evidentemente tutta una serie di attività da svolgere che comprenderanno, per esempio: eventi culturali, attività di democrazia diretta dal basso, processi partecipativi, attività di informazione, attività di pianificazione di opere sociali e strutturali sul territorio, attività di pianificazione interventi volti alla riqualificazione energetica, semplice e puro attivismo politico.

Ciò che ci rassicura, come è stato riportato in precedenza ed inoltre enunciato nel discorso di insediamento, è il fatto che più del 60% dei nostri punti programmatici sono condivisi. 

Ci auguriamo inoltre che tutto si svolga nella massima trasparenza e nel massimo rispetto delle leggi. Saremo infatti molto attenti affinchè siano rispettate queste condizioni. Saremo intransigenti ed attueremo una opposizione ferrea davanti alle cosiddette idee “cattive” e davanti alle azioni di grave prevaricazione e vessazione del cittadino.

Ci fa piacere che questo stesso discorso e concetto collaborativo sia stato condiviso anche dalle altre forze politiche, che stando almeno alle loro parole di insediamento, si sono dimostrate molto aperte al dialogo ed al percorrere un cammino tutti insieme. Cosa strana dunque, visto che gli stessi politici sempreverdi ci hanno abituato a fare dell’Opposizione una roccaforte del dissenso. Negli anni precedenti, l’andare sempre e comunque contro a prescindere ha prevalso.

Speriamo che da quest’anno si possa davvero superare questo discorso di maggioranza e minoranza, realizzare quindi che siamo tutti parte di una comunità e perciò abbiamo bisogno del sostegno vicendevole. Oggi la crisi è incontrastabile per certi versi, quindi solamente attuando una politica nuova e sganciata dalle logiche di interesse personale possiamo fronteggiare o quantomeno arginare parte dei problemi che il nostro paese vive.

L’obiettivo comune deve essere il bene per Senorbì, Arixi e Sisini, nient’altro.

MoVimento Cinque Stelle Senorbì

Michele Schirru

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...