Sabato 1 Giugno, Piazza Padre Pio – ore 18.30

LA DECRESCITA FELICE – LA CONCORRENZA AL MERCATO

MDFspanoFino a qualche tempo fa la parola decrescita e coloro che ne mettevano in pratica i principi erano visti con un certo sospetto misto a derisione. Poi chiaramente come ogni cosa vera, col tempo si rivela tale nei fatti e molte opinioni di sospetto si tramutano in curiosità’ e simpatia fino a convincere chi era di posizioni opposte. Questo accade sempre di piu’ ma non e’ ancora il meglio che si può’ ottenere.

Famiglie e singoli diffondono la buona notizia della decrescita come nuovo e autentico stile di vita sano e salutare e dopo un processo medio lungo la proposta,osservando come vivono coloro che la praticano, fa breccia.

Ma come fare per avviare da subito questo processo e crescere nuove generazioni sane?

Il Movimento per la Decrescita Felice (MDF) è un movimento italiano nato e cresciuto informalmente dall’inizio degli anni 2000 sui temi della demitizzazione dello sviluppo fine a se stesso, e successivamente sfociato in un’associazione fondata da Maurizio Pallante, esperto di risparmio energetico.

Il movimento, chiaramente ispirato alla decrescita teorizzata da Nicholas Georgescu-Roegen, fondatore della bioeconomia, ed in linea con il pensiero di Serge Latouche, parte dal presupposto che la correlazione tra crescita economica e benessere non sia necessariamente positiva, ma che esistano situazioni frequenti in cui ad un aumento del Prodotto interno lordo (PIL) si riscontra una diminuzione della qualità della vita.

Intervento di Roberto Spano e di Augusto Montisci.
Augusto Montisci è docente universitario a Cagliari presso la Facoltà di Ingegneria. Si occuperà di illustrare la cosiddetta “Concorrenza al Mercato”.

La “Concorrenza al Mercato” rappresenta un’estensione, più che una contrapposizione, del “Mercato della Concorrenza”.
Spesso, sbagliando, si intende la Concorrenza come una sorta di contrapposizione, tra soggetti che si affrontano sul Mercato. In realtà la parola stessa indica soggetti che corrono nella stessa direzione, non l’uno contro l’altro, e facendo questo si favorisce il miglioramento reciproco. Per questo, le condizioni in cui il Mercato offre il meglio di sé sono quelle in cui si realizza la Concorrenza Perfetta, cioè nessun attore ha una posizione prevalente e tutte le informazioni sono note a tutti gli attori.
La teoria della Concorrenza al Mercato non fa che applicare gli stessi principi di base dell’economia, dopo aver rilevato che attualmente il Mercato riveste un ruolo di Monopolista assoluto dell’Economia, con pesanti conseguenze su scala mondiale in termini di povertà, esaurimento delle risorse, qualità della vita generale.
I soggetti in grado di creare il meccanismo di Concorrenza sono rappresentati da economie locali, che rappresentano il contraltare del Mercato che, per sua natura è Globale.
Nell’incontro di sabato illustreremo, attraverso un caso-studio, le modalità con cui un tale modello economico possa nascere e consolidarsi e quali vantaggi ne possa trarre il cittadino che vi partecipa.

Modera l’incontro: Michele Schirru

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...