L’Eolico non è fantascienza. Ecco come potremmo avere una vita migliore anche a Senorbì.

Schermata 2013-04-02 a 14.20.47Sul sito internet di Enel Green Power, raggiungibile a questo indirizzo, c’è una ampia sezione riguardante il mini eolico ed altre soluzioni per l’energia rinnovabile e ad impatto zero. Noi sardi abbiamo fatto spesso grandi battaglie contro l’installazione di impianti a nostro dire “mostruosi” per la loro irruenza devastante sul nostro territorio. La realtà è che non si può più dipendere esclusivamente dal petrolio e da altri combustibili fossili.

Se vogliamo ragionare in termini avanguardistici, ma in realtà odierni, dovremmo pensare che la nostra terra non può avere scorte infinite di petrolio. Siamo obbligati a cambiare rotta. Dobbiamo trovare il modo di ricavare energia attraverso altre fonti. Ci sono fortunatamente ormai tanti metodi, su tutti il fotovoltaico e l’eolico. Dovremmo pensare ai nostri figli e successori, ma per primi a noi stessi. Tutto o buona parte di quello che mangiamo dipende dal petrolio, sia in termini indiretti, nel senso che tutto il cibo e la sua intera industria viaggia nei camion, aerei, treni, tutti veicoli alimentati a gasolio. In senso diretto invece, l’agricoltura e l’industria alimentare molto spesso ci forniscono cibi trattati con prodotti chimici e chi sa cos’altro.

Un cambio di rotta è necessario. Ci vogliamo chiedere come mai le malattie mortali come il cancro stiano aumentando così a dismisura? Ci sono tanti fattori, ma uno su tutti è l’uso e abuso del petrolio e dell’inquinamento atmosferico. Se iniziassimo a ragionare in termini di economia a km0, in termini di filiera corta, in termini di un unico trattore per un collettivo di 10 agricoltori, in termini di prodotti alimentari coltivati senza l’uso di prodotti chimici, in termini di carni solo ed esclusivamente allevate nel nostro territorio circostante, in termini di più utilizzo delle nostre gambe attraverso la bicicletta piuttosto che la macchina per ogni minimo spostamento.

Tornando al discorso iniziale, vediamo nello specifico l’offerta di Enel Green Power. Non è che si stia facendo pubblicità, ci sono migliaia di imprese che potenzialmente sono in grado di offrire questo servizio. E’ tuttavia interessante approfondire a titolo di esempio quello che il sito offre.

A questo link è possibile raggiungere anche un file PDF dove ci sono tutta una serie di informazioni molto interessanti.

Southwest: Una delle principali imprese fornitrici di strumenti per l’energia rinnovabile

Abbiamo un territorio che di suo presenta una discreta ventosità, senza considerare che la produzione di energia elettrica dal vento, così
come le altre fonti rinnovabili, ha una ricaduta positiva sull’ambiente dovuta alla mancata emissione di gas inquinanti e climalteranti.
Si stima che ogni kWh di energia elettrica così generata consenta di evitare l’immissione in atmosfera di circa 600 g di CO2 altrimenti
prodotta tramite combustibili fossili.

Ad esempio un impianto mini eolico da 5 kW, dà luogo a mancate emissioni di CO2 per circa 5-7 tonnellate all’anno (a seconda della ventosità del sito).

Qui è possibile simulare il proprio impianto.

questo link è possibile raggiungere anche un file PDF dove ci sono tutta una serie di informazioni molto interessanti relative all’efficienza energetica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...