Riflessioni: “Il mercato delle vacche del pd”

Le vacche del PDmenoelle

Dal Blog di Beppe appare questo articolo che con grande piacere riportiamo qui!

Per dare un commento a caldo, possiamo certamente affermare che ancor di più si rafforza la nostra posizione. Inoltre, in qualche modo, conforta sapere che la reale ed ufficiale posizione è questa, eliminando ogni paura di prendere un abbaglio, cadere nella trappola, che effettivamente ha tratto nel dubbio tanti “grillini” non molto convinti. Persone che forse “grillini” non lo sono per davvero, ma solo hanno dato un voto di DELEGA, come se bastasse a risolvere le cose ed i problemi in generale dell’Italia. Essere un elettore del M5S implica in qualche modo una partecipazione ed un impegno ad attivarsi, anche non direttamente, anche non andando nel gazebo per intenderci. Implica la condivisione di un pensiero che è profondamente oltre queste sciocchezze da politicante fallito. Ed attenzione, lo schema è lo stesso dal livello Nazionale a quello Locale, dove con la scusa del bene civico e fuori dagli schemi di partito, si sono commessi errori e prevaricazioni imperdonabili. La poltrona è un oggetto che crea persuasione anche qui, in Trexenta. Più forti che mai ci avviamo a mettere in pratica quello per cui abbiamo creduto! 

“In questi giorni è in atto il mercato delle vacche. Al M5S arrivano continue offerte di presidenze della Camera, di commissioni, persino di ministri. Il Pdmenoelle ha già identificato a tavolino le persone del M5S per le varie cariche dando loro la giusta evidenza mediatica sui suoi giornali e sulle sue televisioni. E’ il solito modo puttanesco di fare politica. Per attuarlo però ci devono essere persone disposte a vendersi. E il M5S, i suoi eletti, i suoi attivisti, i suoi elettori non sono in vendita. Bersani é fuori dalla storia e non se ne rende conto. I giochini sono finiti e quando si aprirà la voragine del Monte dei Paschi di Siena forse del pdmenoelle non rimarrà neppure il ricordo. Renzi che come uniche credenziali ha quelle di aver fatto il politico di professione senza nessun risultato apprezzabile ora si candida a premier, ma non aveva perso le primarie? Questi hanno la faccia come il culo. Per la sua elezione “Bersani e Errani sono convinti di avere il sostegno decisivo di molti senatori 5 Stelle. Il lavoro di scouting sarebbe andato in porto.” In altre parole i vertici del pdmenoelle si stanno comportando come dei volgari adescatori. Questa è politica? Fare compravendita? Affermare una cosa il giorno prima e contraddirsi il giorno dopo per convenienza post elettorale? Il M5S è composto da persone responsabili che vogliono un cambiamento radicale della morale pubblica, fermarlo è impossibile, in particolare con i soliti giochini da palazzo. Il M5S voterà in aula ogni legge che risponda al suo programma, non farà alleanze. Questo impegno: “I gruppi parlamentari del MoVimento 5 Stelle non dovranno associarsi con altri partiti o coalizioni o gruppi se non per votazioni su punti condivisi” è presente nel Codice di comportamento degli eletti portavoce del MoVimento 5 Stelle in Parlamento. E’ stato firmato da tutti i candidati e reso pubblico agli elettori prima delle elezioni. Queste regole erano note a tutti, al politburo del pdmenoelle compreso. Se il pdmenoelle vuole trasformare Camera e Senato in un Vietnam il M5S non starà certo a guardare.”

Qui il link all’articolo originale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...